Insonnia free (updated)

Sono 3 ore ( T R E ) che mi giro e mi rigiro nel letto metaforicamente parlando; in realtà sono abbastanza immobile che difendo il mio fazzoletto di cuscino da Belle che lo vuole per sè (cara bambola non lo avrai mai!!!), Lui russa, #quellaBassa a intervalli regolari mi chiede un sorso d’acqua e mi si raggomitola addosso.
I suoi capelli mi stuzzicano le narici, la respiro e li sposto, lei nel sonno si gira e mi abbraccia. [Read more…]

Annunci

Di crisi domenicali in 180 parole

tv
Cielo grigio, #quellaBassa che fa la nanna piccola e io davanti al Mac in penombra con il mio Illy fumante.
Manca un mese alla fine dell’anno e insieme al calendario dell’Avvento arriva lo spettro dei buoni propositi per l’anno a venire.
Sgrooge ha i suoi fantasmi che arrivano la notte di Natale, io il mio personale che si presenta all’appello con ben 25 giorni di anticipo.
Quella vocina non riesco più a chiuderla là in fondo alla stomaco: lo strappo tra quella che sto diventando e quello che sarei voluta diventare è sempre più grande, #quellaBassa cresce e io son sempre altrove, anche quando non son in trasferta e lavoro isolata in “casa”. [Read more…]

Halloween vs Allouin

1_HalloweenMaskOre 19. Mercoledì 29 ottobre 2014.
Arriva #quellaBassa, occhi luccicanti, di quel blu con tutte le stelline speranzose: “Festeggiamo Allouin…dai dai! Lo sai che Matteo ha il costume da Batman?”
Sto morendo di sonno
Non abbiamo un costume
“Domani mattina parto per una trasferta e torno per la sera di Halloween, a un’ora imprecisata”
La festa per bambini di cui ti hanno parlato alla scuola materna starà sbaraccando quando io arrivo con il treno

“Va bene una terrificante pizza con P. ?”
Santa mamma del migliore amico di #quellaBassa che al mio What’s APP
“Son due settimane che non andiamo a fare le spesa… Ho solo 4 chupa chups. #quellaBassa vuole fare Halloween. Pizza da asporto qui se torno in tempo dalla trasferta? ” ha risposto immediatamente con “Ok. A che ora?”. Io in fondo la amo.

5 minuti di quiete e…
“Mamma da cosa mi trucchi? e il mio costume?”

Se riesco a tenere insieme un team di creativi in preda a una crisi di nervi prima di un go live, posso esaudire le richieste impossibili di #quellaBassa mentre sto preparando il mio trolley fucsia da trasferta 🙂
Pronte per un costume terrificante!
[Read more…]

Caro Babbo Natale…

#quellaBassa. Ti prego mamma chiedilo a Babbo Natale.
Cosa? Cosa devo chiedere? Vuoi fare la letterina?
#. Chiedi a Babbo Natale un po’più di tempo per stare con la tua bambina, io non posso farlo ma Babbo Natale sì.
… Sniff sniff

È bello essere bambini.

Beep beep boop

Beep beep boop… beep beep boop… caricamento frammenti di 6 mesi di post arretrati in corso…

Esisterà una parola al giorno per descrivere questi mesi? 180 parole saranno sufficienti?
180 giorni di idee, abbracci, schizzi su tovagliolini da bar appallottolati e finiti chissà dove, ricordi, trasferte (tante), fare-la-mamma-in-videoconferenza, la linea che cade sul Frecciarossa, 5 nuove paia di scarpe, lacrime al profumo di mare, aperitivi in spiaggia, lezioni apprese, non averne mai abbastanza di #quellaBassa, coccole (e caccole), Lui che mi aspetta la sera, kilometri di asfalto sull’A4, aerei e chiacchiere con taxisti per caso, what’s APP notturni, addormentarsi in un albergo qualunque guardando casa dalla finestra di skipe, un ufficio in coworking, prospettive e retrospettive, 5 libri letti, un kindle che profuma di carta, un dito rotto, amici vicini e lontani nel vento, vodka che sa di sale, promesse e speranze, partenza e ritorni e nuovi arrivi, amore e passione, junk food e slow food, viaggiare nella Langhe, focacce e spritz, miraggi, saudade e melanconia, washi tape e melatonina, una balena spiaggiata, scrivere di getto un post di 180 parole.

La meraviglia negli occhi.
Sempre.

Pinkie e i washi tape

IMG_8576

Tutto è nato da un messaggio del direttore editoriale di Artlab con su scritto solamente “serve?” e un link…
La mia passione per lo shopping, per lo più online, è nota e non appena ho visto i cartoni a dondolo di Davide Paganotti me ne son innamorata e  ho acquistato subito Annibale per quellaBassa.
Per fortuna mi è stato consegnato venerdì ed è stato la svolta di questo weekend passato a casa ammalate, senza possibilità di rotolare nei prati ancora senza neve…

Grazie ad Annibale si è manifestata infatti in tutto il suo splendore la mia ossessione passione per i washi tape.
Mi hanno contagiato due mamme della rete, la mamma snob e Laura che mi ha illuminato su dove farne scorta, e da quando ho svaligiato  lo shop online su Amazon di Martha Stewart non riesco a fermarmi!
Ho ricoperto la moleskine, le matite per gli schizzi, la cover dell’iphone, la tastiera del mac, la cover dell’iPad e le mollette del bucato e ieri ho sperimentato il loro utilizzo definitivo: con quellaBassa abbiamo trasformato il candido Annibale in Pinky, un elefante indiano coloratissimo e glitterato! [Read more…]

L’ospite indesiderato

Questo post ho iniziato a scriverlo ieri sera, poi son stata interrotta da quellaBassa che ha vomitato sul pavimento per inaugurare il weekend..
Ha proprio il calendario incorporato: non so se negli ultimi due mesi si ammala nei weekend perché inconsciamente sa che almeno sarò presente, o se ha un innato senso dell’ironia che ha preso da Lui..

Ogni volta che si avvicina la fine dell’anno e che inizio a patire il freddo e a vedere spuntare la neve, sono sinceramente convinta che la chiusura dei budget e della produzione sia sempre più “indolore” o che sia l’ultimo anno di nottate-aerei alle 4 del mattina – vita nomade – isterie collettive – cene saltate – rientri mancati… e ogni volta mi smentisco per un’urgenza, un’emergenza, un’unghia rotta…
Il mio lavoro è tentacolare…e mi è sempre andato bene così: faccio ciò che volevo fare da quando ne ho memoria (passata la fase “astronauta” e “pittrice”), ed è l’unica cosa che so fare…
E da quando quellaBassa ha fatto il suo ingresso piroettante ricolorando la mia vita, sto avendo la certezza che i tempi in cui eravamo solo io e Lui, senza necessità di programmare nulla sono e saranno per sempre lontani (non per caso ci siamo sposati a Capodanno a Las Vegas!)…
e quindi? Quindi devo re-immaginare la mia vita e il mio lavoro per far convivere la me-mamma con la me-direttore-creativo.
Se qualcuno ha un’idea, una soluzione me la suggerisca! [Read more…]

un brivido e una cura

Quando ti guardo dormire lo so che rumore fa la felicità…
Buona notte mia isola che non c’è…

Ha detto medda!!!

Gusto gli sgoccioli di un lunedì di quelli che ne capitano due all’anno: un’intera giornata a disegnare senza essere interrotta da mille emergenze…
Io, Lui e quellaBassa decidiamo di passare un paio d’ore con fratelloGratis, in modo che Zia si ricordi come è la vita oltre ai pannolini sporchi 7/7 – 24/24.
[Read more…]

Flessibilità?

Oggi evito i soliti litigi con i treni ritardatari persi e le coincidenze da cardiopalma e lavoro da casa, complice l’assenza di incontri vis a vis con i clienti.

Oggi, dopo che l’aumento dell’IVA ha preso il posto del dibattito Barilla vs Garafalo-mi-piace-vincere-facile-il-banner-non-lo-ho-fatto-io, applico al meglio la flessibilità:
[Read more…]